Corsi di cucina in Toscana: come diventare un ottimo chef?

Si sa che la Toscana è una terra dove la cultura del buon cibo è sempre stata al centro dell’attenzione.
Prodotti che hanno una fama internazionale e che non abbisognano di alcuna presentazioni, nascono in questa regione. È sufficiente ricordare il Chianti DOC Galletto Nero e la Vernaccia, tra i tanti vini e specialità locali come i bovini di razza chianina che hanno ispirato tanti piatti a base di carne a partire dalla più che celebre bistecca alla fiorentina.
Se il più grande cultore della gastronomia italiana, Pellegrino Artusi, pur nato a Forlimpopoli in Romagna raggiunse Firenze dove scrisse “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, la ragione è da ritrovarsi nel fatto che la Toscana è sempre stata terra ispiratrice della buona cucina.

Proprio in considerazione di questi fattori e della mia passione per la gastronomia, ho preso la decisione di trascorrere un week-end in una Spa toscana dove si teneva un corso di cucina.
La mia idea era quella di andare con la mia partner per vivere qualche giorno in intimità e, per combinazione, avevo trovato in internet una Spa che prevedeva insieme all’uso del Centro Benessere anche una serata speciale dove veniva proposta una cena a lume di candela.

Dopo aver prenotato questo breve soggiorno all’insaputa della mia compagna per farle una sorpresa, mi rimase che attendere il giorno della partenza che organizzai come se fosse un’idea dell’ultimo momento.
Non fu difficile convincere la mia partner a preparare il trolley con qualche indumento, spiegandole che si partiva all’avventura per vivere un fine settimana all’insegna dell’improvvisazione.

Giunti alla Spa, la mia compagna rimase stupita dell’atmosfera che ammantava quel luogo e pensò che per quell’ambiente, avrebbe dovuto portare molti più vestiti non immaginando affatto che non le sarebbero serviti a nulla. Le informazioni che avevo assunto, infatti, mi avevano chiarito il fatto che il momento più romantico lo avremmo vissuto più che comodamente indossando solamente un pratico accappatoio.
Certo che ci si aspetta da una cena romantica in Toscana un ben altro tipo di abbigliamento ma non era quello che occorreva per quella occasione.

Dire che sin dall’arrivo ci sentimmo coccolati non è una esagerazione. Avevamo frequentato molti luoghi, inclusi anche esclusivi Resort ma quello che trovammo superava le aspettative. Una rarefatta atmosfera si coniugava in maniera armonica con una sensazione di benessere senza per questo risultare opprimente o, peggio ancora, così esclusiva di far sentire le persone fuori luogo.
Preso possesso della camera a noi riservata, la prima cosa che ci venne in mente da fare era quella di scendere al Centro Benessere per sottoporci a qualche trattamento rilassante che evidenziò, oltre alla bontà della struttura, anche una indubbia professionalità da parte del personale che operava al suo interno.

Un delizioso bagno turco ci liberò dalle tossine accumulate da una intensa settimana di lavoro e di stress e, il successivo idromassaggio ritemprò il corpo facendogli riacquistare quello smalto che si era smarrito.
Avvolti in dei comodi accappatoi messi a disposizione da questa Spa privata toscana, raggiungemmo l’area dedicata a quella che ci avrebbe ospitati per degustare una deliziosa cena Gourmet che fu servita a luce di candela, impreziosendo ancor di più quel momento di intimità che stavamo vivendo.

In un ambiente ideale improntato all’intimità dove il nostro abbigliamento era tutt’altro che informale e dopo esserci coccolati con massaggi, sauna e idromassaggio, stavamo gustando l’offerta gastronomica di alto profilo che ci veniva proposta dal Centro Benessere del quale eravamo ospiti per quel fine settimana, pregustando quanto sarebbe stato vissuto da noi una volta raggiunta la nostra camera.

Il giorno dopo era previsto il corso di cucina al quale mi ero iscritto con l’intenzione, non tanto per sentirmi uno chef particolarmente brillante, bensì per gratificare la mia passione per i fornelli che avevo sempre coltivato sin da quando, bambino, osservavo mia nonna preparare da mangiare.
Confesso che le ore che dedicai a quel breve corso di cucina in Toscana, passarono velocemente lasciandomi ancor più stimoli di quanti ne avevo prima di assistere a quella lezione.
Indecisi se effettuare una escursione nei bei dintorni che si trovavano adiacenti alla struttura del Centro Benessere oppure se continuare a goderci il relax nella piscina con idromassaggio magari dopo aver fatto un altro trattamento di bellezza e un massaggio, di comune accordo optammo per questa seconda soluzione che fu migliore di quella del giorno prima.

Fu veramente un colpo al cuore, il giorno successivo, lasciare quella Spa in Toscana che ci aveva accolto regalandoci delle belle sensazioni e formando un ricordo indelebile di quel nostro week-end che stavamo terminando.
Nel fisico ci sentivamo ritemprati, avvertendo in noi quelle energie che da tempo non eravamo più in grado di percepire e nello spirito, avevamo ritrovato la forza che fino a qualche giorno prima, credevamo di aver perduta.

Trattandosi della nostra prima esperienza, devo confessare la singolarità di aver avuto modo di fare una cena intima a lume di candela indossando solo un accappatoio e un paio di ciabatte ma avvertendo addosso una straordinaria energia che aveva avuto la sua ricarica grazie al trattamento fatto al Centro Benessere.
Una esperienza straordinaria e unica che ho avuto modo di ripetere più volte tanto da diventare quasi un appuntamento fisso nella mia vita di coppia quando il desiderio di intimità e coccole si fa pressante.